Comune di Prignano Cilento

Invitiamo gli utenti che hanno disabilità visiva a leggere la sezione informativa sull'accessibilità del presente sito per usufruire al meglio dei servizi messi a disposizione dal Comune - 
generic image
domenica 19 novembre 2017 - ore 3.23
Ti trovi qui: home freccia Informazioni per il cittadino freccia Imu 2013

Calcolo I.M.U   freccia

http://www.riscotel.it/calcimu/comuni_0515/calcimu.html?comune=null

     

COMUNE DI PRIGNANO CILENTO
    PROVINCIA DI SALERNO

 

Imposta Municipale Propria (IMU) - Anno 2013
 
Versamento I° rata
Il Funzionario designato per la gestione dell’Imposta Municipale Propria (IMU)
Visto il Decreto Legislativo 30 dicembre 1992, n. 504 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto il Decreto Legislativo 14 marzo 2011, n. 23 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto il Decreto Legge 6 dicembre 2011, n. 201 e successive modificazioni ed integrazioni;
Visto il Decreto Legge 2 marzo 2012, n. 16;
Visto l'art. 1, comma 380, della Legge 24 dicembre 2012, n. 228;
Visto il Decreto Legge 8 aprile 2013, n. 35;
Visto il Decreto Legge 21 maggio 2013, n. 54;

informa:

VERSAMENTI D’IMPOSTA PER L’ANNO 2013

Entro il 17 giugno 2013, (il 16 giugno cade di domenica) deve essere effettuato il versamento della I° rata d’imposta per l’anno 2013.
L’imposta che grava sui fabbricati, le aree fabbricabili ed i terreni agricoli è a carico: del proprietario o titolare del diritto di usufrutto, uso o abitazione ;
del superficiario; dell’enfiteuta; del locatario finanziario; del concessionario nel caso di concessione su aree demaniali.
Con D.L. n. 54/2013 E’ SOSPESO IL VERSAMENTO IMU dei seguenti immobili:
a)abitazione principale e relative pertinenze.
b)Esclusi i fabbricati classificati nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9;

In questo Comune, incluso nell'elenco dei Comuni Montani , di cui alla Circolare del Ministero delle Finanze n. 9/1993,sono ESENTI I TERRENI AGRICOLI ED I FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE.
L’imposta deve essere versata per l’anno in corso in due rate:
- la prima rata entro il 16 giugno (17 giugno per l’anno 2013);
- la seconda rata entro il 16 dicembre.
L'imposta dovuta è calcolata applicando le seguenti aliquote:
0,5 per cento, per le abitazioni principali incluse nelle categorie catastali A/1, A/8 e A/9 e per le relative pertinenze;
0,9 per cento, per le 2° ABITAZIONI
0,9 per cento, per le aree edificabili;
0,9 per cento, per i fabbricati del gruppo "D" il cui provento è a favore dello Stato per l'importo corrispondente all'aliquota dello 0,76%.

                                     ABITAZIONE PRINCIPALE E PERTINENZE

Per abitazione principale si intende l'immobile, iscritto o iscrivibile nel catasto edilizio urbano come unica unità immobiliare, nel quale il possessore e il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobili diversi, situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l'abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile. Sono considerate pertinenze le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali C/2, C/6 e C/7, nella misura massima di un'unità pertinenziale per ciascuna delle categorie catastali indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all'unità ad uso abitativo.
All'imposta dovuta è decurtata la detrazione pari ad € 200,00, con una maggiorazione di € 50,00 per ciascun figlio di età non superiore a 26 anni, purché dimori abitualmente e risieda anagraficamente nell’abitazione principale. Tale ulteriore detrazione,prevista solo per l'anno 2012 e l'anno 2013, non può superare l’importo massimo di € 400,00.

La detrazione deve essere rapportata al periodo dell’anno durante il quale si protrae tale destinazione. Se l’unità immobiliare è adibita ad abitazione principale da più soggetti passivi la detrazione spetta a ciascuno di essi proporzionalmente alla quota di utilizzo dell’abitazione stessa. Il versamento dell'abitazione principale e delle pertinenze è tutto a favore del Comune ed individuato dal codice 3912. Si rimarca che il versamento è dovuto solo per quelle in categoria A/1, A/8 e A/9 e relative pertinenze.

MODALITÀ DI VERSAMENTO

Il pagamento del tributo è effettuato mediante il modello F24 ed F24 semplificato, utilizzando i codici tributo previsti con risoluzione ministeriale n. 35/2012 e n. 53/2012 così come modificati con risoluzione n. 33/2013.

 
Data 31 Maggio 2013
Il Funzionario Responsabile
Rag.Rosanna Cernelli
 Responsabile : Rag.Rosanna Cernelli




CSS Valido!